Riprendono le attività di alternanza scuola-lavoro. Il percorso prevede lo svolgimento di 90 ore in attività che permettano di sperimentarsi in ambienti lavorativi o di volontariato consolidando le competenze maturate nel percorso scolastico, comprese quelle trasversali. Non si tratta di un servizio a richiesta di studenti e famiglie, per poter svolgere delle attività estive, né di dare una forma di copertura assicurativa ad attività lavorative, che in quanto stage dei PCTO non possono e non devono essere retribuite. Si tratta piuttosto di percorsi progettati con il proprio tutor di classe, al quale spetta una valutazione decisiva in merito ai progetti proposti.

Il nostro Liceo prevede che lo stage esterno sia svolto nell’estate del quarto anno, dato il valore orientativo che caratterizza l’esperienza. Solamente in casi eccezionali, insindacabilmente valutati dal docente tutor di classe, esperienze in convenzione con soggetti esterni potranno essere anticipate all’anno di terza: ad esempio nel caso in cui lo studente abbia programmato di svolgere il quarto anno all’estero, oppure nel caso in cui si tratti di un’esperienza con caratteristiche di unicità, tali da presumere che non sia praticabile l’anno successivo. In ogni caso non è consentito svolgere – nella forma di stage dei PCTO – più di due esperienze esterne nel corso del triennio. Resta invece possibile fin dal terzo anno svolgere esperienze riconoscibili come PCTO proposte dalla scuola.

Nel corso del terzo anno, tutti gli studenti svolgono il corso base sulla sicurezza offerto dalla scuola; l’attestato rilasciato dovrà essere conservato con cura, poiché richiesto per l’accesso a qualsiasi luogo di lavoro (compresa la scuola stessa), anche negli anni futuri. La formazione al rischio specifico, qualora necessaria all’espletamento dei tirocini, sarà a cura dei soggetti ospitanti.

Sono riconosciute ai fini del conseguimento delle 90 ore previste dai PCTO esperienze di

1) stage esterno presso aziende, a condizione che a.- sia rispettato il vincolo di un tirocinante, e non di più, ogni 5 lavoratori dipendenti; b.- non si tratti di libero professionista senza dipendenti; c.- rispetto alle mansioni previste, l’azienda fornisca l’informazione e la formazione adeguata sul rischio specifico, essendo il tirocinante equiparato sotto ogni aspetto al lavoratore dipendente;

2) collaborazione con società sportive (non l’attività ordinaria di allenamenti e gare, ma l’affiancamento a figure educative o in ruoli organizzativi, anche per eventi specifici), associazioni di volontariato o enti senza fini di lucro: se è previsto un tesseramento o in ogni caso una copertura assicurativa del soggetto ospitante, sarà sufficiente la compilazione del Modello di richiesta D20 e la compilazione del foglio presenze su Masterstage; se non è previsto il tesseramento o comunque una forma di copertura assicurativa, si procede alla convenzione, come per le aziende;

3) attività proposte dalla scuola durante il corso dell’anno scolastico, per le quali sia previsto il riconoscimento anche ai fini dei PCTO;

4) attività lavorativa retribuita, inquadrata nelle forme previste dalla normativa vigente: in questo caso sarà sufficiente che lo studente concordi il riconoscimento dell’esperienza con il tutor di classe, e al termine del periodo inoltri all’insegnante e alla segreteria copia del contratto o altra dichiarazione del datore di lavoro, comprensiva dei dati anagrafici e aziendali utili al caricamento delle ore su piattaforma. Si ricorda che, ai sensi di legge, in nessun caso lo stage PCTO può fungere da copertura assicurativa per un’attività diversamente retribuita.

Le proposte per gli stage estivi devono essere formalizzate, tramite compilazione del Mod D20 da parte di studente e soggetto ospitante, entro e non oltre il 30 aprile.

Le modalità operative e altre informazioni saranno fornite dal tutor di classe agli studenti.

Ogni comunicazione alla scuola di carattere ordinario, relativa ai PCTO, compreso l’invio della modulistica necessaria, deve necessariamente avvenire attraverso la mail istituzionale dello studente, sia per promuovere l’attivazione di competenze degli studenti, sia per garantire la tracciabilità e l’immediato reperimento di dati e documenti da parte della segreteria amministrativa. Altre forme di comunicazione, relative all’avvio dei tirocini, potrebbero non avere risposta in tempi immediati. La mail della segreteria, alternanza@liceocuneo.it è in ogni caso disponibile per qualsiasi richiesta di informazione e chiarimento da parte dei soggetti ospitanti e, qualora si determinassero casi particolari, delle famiglie.