Come in uno specchioDopo “I 400 colpi” di Truffaut e “Delitto per delitto” di Hitchcock, il nostro cineforum torna con terzo appuntamento dedicato ad un altro grande del cinema del Novecento, ovvero il regista svedese Ingmar Bergman, di cui negli anni scorsi abbiamo già visto “Il posto delle fragole” e “Luci d’inverno”. Quest’anno è il turno di “Come in uno specchio”, la pellicola del 1961 con cui il maestro scandinavo ha iniziato la cosiddetta “Trilogia del silenzio di Dio” e  ha vinto il suo secondo premio Oscar.

Lo vedremo martedì 13 gennaio dalle ore 15 in poi, sempre nell’aula video del Classico e anche questa volta in lingua originale sottotitolata. Per godersi meglio la visione di questo capolavoro è consigliatissima la lettura della scheda in allegato, in cui ho inserito – nelle ultime tre pagine – anche dei testi utili a coloro che volessero riflettere sugli echi filosofici e teologici presenti in questo film.