Dal 2014 è attiva la rete ClilSharing che coinvolge alcune scuole secondarie superiori della provincia di Cuneo (il Liceo Peano-Pellico di Cuneo, capofila della rete, il Liceo De Amicis di Cuneo, il Liceo Ancina di Fossano, il Liceo Vasco-Beccaria-Govone di Mondovì, il Liceo Bodoni di Saluzzo e il Liceo Giolitti-Gandino di Bra). In tali istituti numerosi docenti si sono formati negli anni sia dal punto di vista linguistico sia da quello specificamente relativo alla metodologia Clil, non soltanto per rispondere alle linee guida ministeriali, ma soprattutto perché convinti dell’importanza di una didattica innovativa, che stimoli nuovi percorsi di apprendimento. Infatti, come indicato da studi sulla metodologia CLIL, ‘language has an effect on the way you think’, cioè usare una lingua straniera per apprendere contenuti scientifici o umanistici condiziona positivamente l’apprendimento.

La rete, nello specifico, si propone innanzi tutto di ottimizzare e potenziare la produzione e la  sperimentazione di materiale didattico, offrendo a docenti di scuole diverse la possibilità di condivisione dei materiali prodotti su una piattaforma di cloud storage, alla quale i docenti della rete possono liberamente attingere e contribuire. Alcuni incontri in presenza contribuiscono, inoltre, al confronto e alla condivisione di buone pratiche, nonché alla progettazione di nuovi percorsi e nuove strategie.

Nel biennio 2018-2019 la rete ClilSharing si è arricchita della partecipazione di alcune scuole secondarie di primo grado e scuole primarie del capoluogo cuneese e della rete  “Edusismo Provence” del CEREGE (Centre Européen de Recherche et d’Enseignement en Géosciences de l’Environnement).

Il lavoro dei docenti della rete, la gestione della condivisione in piattaforma, la formazione dei docenti delle scuole primarie e secondarie di primo grado, la formazione degli allievi del Peano Pellico all’uso del sismografo nonché la realizzazione del convegno sintesi del progetto svoltosi il 3 maggio 2019 sono stati sostenuti dal contributo della Fondazione CRT.

Pubblichiamo di seguito alcuni dei materiali prodotti nel biennio 2018-2019 sia dai docenti sia dagli studenti nell’ambito, fra gli altri, dei percorsi multidisciplinari Les peuple e le povoir/People and power, Exploring new horizons between 19th and 20th centuries e The Baroque period: history, art, architecture  e dell’attività delle scuole primarie e secondarie di primo grado Peut –on agir sur les tremblements de terre ?