#FUTURA IS DIGITAL INFORMATION LITERACY – Azione #15 studenti

Il Liceo scientifico e classico “G. Peano – S. Pellico” di Cuneo, selezionato dal MIUR per la realizzazione di iniziative di diffusione territoriale dell’innovazione didattica e digitale, propone un percorso formativo nazionale per studenti di scuole secondarie di II grado sulle competenze nella società dell’informazione.
Il progetto si inserisce all’interno dell’azione #15 del PNSD, con particolare riferimento all’alfabetizzazione civica del cittadino digitale per permettere di affrontare con una didattica innovativa i temi della qualità,integrità e circolazione dell’informazione e della digital information literacy. L’attività proposta è collegata con l’ambito dell’Educazione Civica Digitale e in particolare dell’Educazione all’Informazione, e risponde alla necessità di un’azione formativa delle nuove generazioni che leggono e s’informano sul web. Tra le competenze di base, essenziali per ogni aspetto della vita, rientra oggi la capacità di cercare, decodificare e utilizzare consapevolmente e criticamente l’informazione. La padronanza delle strategie di ricerca di dati e notizie prevede la capacità di valutare provenienza, qualità e attendibilità delle fonti informative, e di giudicare la fondatezza e la completezza delle informazioni raccolte, anche a partire dalle dinamiche utilizzate dai motori di ricerca e da repertori di risorse.
Le attività del progetto sono rivolte a studenti delle scuole secondarie di II grado e saranno suddivise in due fasi.
La prima fase sarà dedicata alla formazione a distanza degli studenti. All’indirizzo https://mooc.liceocuneo.it/corsi/ è stato predisposto un corso di formazione online suddiviso in alcuni moduli (valutazione dell’attendibilità delle fonti,fake news, filter bubble e produzione dell’informazione),tenuti da specialisti esperti del settore.

Per i vari moduli sono previsti tutor online a supporto degli studenti, materiali da produrre, test/quiz da superare per proseguire nell’attività.
I docenti che intendono iscrivere gruppi-classe devono compilare il seguente modulo
https://forms.gle/DKHQRGCPQAe9g1RE6 nel quale allegheranno i dati dei loro studenti e le relative e-mail con le quali generare le credenziali di accesso alla piattaforma.

In considerazione delle molte richieste giunte, si lascia la possibilità di iscrivere ulteriori scuole/classi al progetto fino al raggiungimento del numero massimo di 1000 studenti (limite imposto dalla struttura organizzativa per una gestione efficace).

CONTINUANO AD ESSERE APERTE LE ISCRIZIONI!!!!

Il corso si articola in 4 moduli con delle “micropillole” formative video di 5 minuti ciascuna.5 micropillole da 5 minuti  per ciascuno dei 4 modulo = totale circa 2 ore per visionare i video proposti. Ciascuna pillola è supportata da una dispensa (di soli 10 pagine) e richiede di effettuare un test finale di 5 domande, mentre ciascun modulo richiede di presentare un lavoro finale ai tutor. Possiamo quantificare in 1 ora il lavoro aggiuntivo di studio e rielaborazione per ciascun modulo per un totale di 4 ore. L’impegno richiesto per portare a termine la formazione è di circa 6-8 ore per uno studente medio della scuola secondaria superiore. La partecipazione al progetto è quindi legata al singolo studente, che potrà fruirne liberamente in orario extracurricolare. Per questo motivo possono partecipare al progetto anche classi non nella loro integrità. Il docente di classe potrà liberamente scegliere se riprendere o meno e/o utilizzare le lezioni in classe, sapendo che il corso on-line è già completo e gli studenti saranno seguiti da tutor on-line.

La partecipazione inoltre alla fase 1 non implica e non vincola alla partecipazione alla fase 2 alla quale possono partecipare liberamente anche solo alcuni studenti, rispettando quei docenti e/o scuole che non credono in una scuola “competitiva”.

Crediamo che il progetto sia per una quinta spendibile all’interno dell’Esame di Stato come Cittadinanza Digitale, in quanto si collega alle tematiche di EDUCAZIONE CIVICA DIGITALE previste dal MIUR (https://www.generazioniconnesse.it/site/it/educazione-civica-digitale/) in particolar modo alle tematiche di Educazione all’informazione.

Il corso ha la fortuna di ospitare formatori di prestigio:

MODULO 1 – Disinformazione online e verifica delle fonti

Nicola Bruno

Nicola Bruno è giornalista ed esperto di cultura digitale. E’ tra i co-fondatori di Effecinque (http://www.effecinque.org/), agenzia che sviluppa formati innovativi per l’informazione online, e di Dataninja.it, network di data-journalism specializzato in inchieste data-driven.E’ stato un Journalist Fellow al Reuters Institute for the Study of Journalism dell’Università di Oxford (http://reutersinstitute.politics.ox.ac.uk/). Insieme a Raffaele Mastrolonardo ha scritto “La Scimmia che Vinse il Pulitzer. Storie, avventure e (buone) notizie dal futuro dell’informazione” (Bruno Mondadori).
Nel 2016 ha fondato Factcheckers (http://factcheckers.it/), associazione focalizzata sulla promozione dell’educational factchecking tra studenti, docenti e genitori. 

MODULO 2 – Filter Bubble

Raffaele Mastrolonardo

Raffaele Mastrolonardo, è co-fondatore di effecinque, agenzia giornalistica specializzata in formati innovativi per l’informazione digitale. Da oltre 15 anni scrive di tecnologia e cultura digitale per testate italiane e internazionali, di carta e web; tra queste: Corriere della Sera, Wired Italia, SKY Tg 24, ZDNet, Focus, GQ Italia. Pratica il data journalism, sia come giornalista sia come docente. Insieme a Alessio Cimarelli ha realizzato per Wired la prima data-inchiesta italiana che ha rivelato la distribuzione delle slot machine sul territorio nazionale e ha contribuito a ‘l’Italia delle Slot 1 e 2′, inchieste sulle “macchinette” realizzate dal Gruppo GEDI – Repubblica. E’ autore, insieme a Nicola Bruno, de La Scimmia che Vinse il Pulitzer. Storie, avventure e (buone) notizie dal futuro dell’informazione (Bruno Mondadori, 2011), saggio reportage sul futuro del giornalismo. È uno degli organizzatori dell’evento Chips&Salsa dedicato a giornalismo, tecnologia e innovazione.

MODULO 3 – Valutazione dell’attendibilità delle fonti

Maria Cecilia Averame

Maria Cecilia Averame è insegnante, formatrice e autrice di testi rivolti sia al mondo della scolastica che ai lettori tradizionali. Si occupa di nuove tecnologie per la costruzione della conoscenza, e in particolare si è interessata alla comunicazione online, informazione, analisi e verifica delle fonti.
Ha lavorato fino al 2010 nella comunicazione sociale e promozione culturale. Nel 2012 fonda assieme a Fabrizio Venerandi Quintadicopertina, un service/casa editrice digitale che fino al 2018 si è occupato di progetti di comunicazione digitale, didattica e formazione docenti. Nel 2018 ha scritto “Riconoscere le fake news in classe – Percorsi per una comunicazione consapevole in rete”, ed. Pearson e negli ultimi due anni alcuni testi scolastici (e corsi di formazione online) di educazione civica digitale.

MODULO 4 – Produzione dell’informazione

Luca Raina

Luca Raina Docente di lettere nella scuola secondaria di I grado, formatore e autore. Ha collaborato con il Politecnico di Milano curando corsi sul Cloud Learning e sperimentando percorsi di didattica innovativa in ambito museale e sull’uso della robotica per la risoluzione dei conflitti. Autore di corsi dedicati all’uso delle OER, delle Web App e  alla didattica digitale, ha ideato e amministra il canale YouTube APP per PROF. Viaggia a ritroso nel tempo, saltuariamente, insegnando nella trasmissione televisiva Il Collegio .

Ivano Colombo

in collaborazione con Ivano Colombo. Laureato in Scienze Politiche e in Storia. Si occupa di educazione, comunicazione, ambiente.


Al via la seconda FASE con la DIGITAL INFO HUN 90 minuti di caccia in rete. Gara nazionale per studenti di scuole superiori di II grado. Maggiori informazioni alla sotto pagina del sito dedicata:

http://liceocuneo.it/pnsd/futura-is-digital-information-literacy/digital-info-hunt-90-minuti-di-caccia-in-rete /

I NUMERI DEL PROGETTO:

Totale studenti iscritti ad oggi: 740 studenti

Totale classi iscritte ad oggi: 35 classi

Provenienza scuole: ASTI – BRA – CUNEO – DOMODOSSOLA – FELTRE – ISERNIA – MANTOVA – MARSALA – MASSA – MATERA – MONTAGNANA – NOVARA – TERNI – TORINO – VALENZA

Ecco la mappa delle classi iscritte al 10 marzo 2020:

Risultati immagini per miur