In questo articolo, ho scelto di parlarvi di due cose importanti, che sono avvenute in questo mese, nel mondo della Consulta: il Consiglio Nazionale dei presidenti di Consulta e la conferma che, a giugno, si svolgerà la “Giornata dell’Arte”.

Dal 6 al 9 maggio, sono stato convocato a Roma per il Consiglio Nazionale dei Presidenti di Consulta, una sorta di grande riunione con ragazzi provenienti da tutta Italia, per trattare alcuni temi inerenti il sistema scolastico.

Divisi in quattro commissioni (Alternanza scuola-lavoro, diritto allo studio, compiti rappresentanti degli studenti, agenda 2030) abbiamo elaborato un documento, poi consegnato ad alcuni dirigenti del Ministero dell’Istruzione, che tratta nel dettaglio criticità e possibilità di miglioramento dei vari argomenti oggetto della discussione in commissione: io ho scelto di approfondire le problematiche sull’alternanza e, ovviamente, proporre soluzioni; abbiamo suggerito delle modifiche alla Carta dei diritti dello studente in alternanza, per ribadire, ad esempio, la gratuità del percorso, ma anche la necessità che il lavoro non si trasformi in nessun genere di sfruttamento.

Quest’esperienza mi ha permesso di conoscere realtà particolarmente diverse dalla nostra e il confronto sui temi che ne è scaturito, credo abbia arricchito tutti quanti, inoltre, ci tengo anche a sottolineare l’aspetto umano delle relazioni che si sono instaurate nel corso della settimana, rafforzate da esperienze sicuramene particolari, come lavorare fino alle 2:00 di notte, a causa di un ritardo con la stesura del progetto, che si sarebbe dovuto votare la mattinata seguente.

Voglio sottolineare che rappresentare la Provincia di Cuneo a questo Consiglio dei presidenti, è stato un grande onore.

L’altra importante notizia è che il 10 giugno, al Nuvolari, dalle 16:00 in avanti, la Consulta ha organizzato la “Giornata dell’arte”.

Era qualche anno che, per diversi motivi, questa manifestazione non era più riuscita a trovare spazio e, consapevoli del valore della perdita, abbiamo lavorato molto, perché potesse tornare a respirare un evento di questo genere: organizzato dagli studenti, per gli studenti. 

La parola “arte” ha un significato difficile da rappresentare in tutte le sue forme, ma questo è l’obiettivo ambizioso che ci siamo posti, volendo provare a far conoscere le forme artistiche più diverse presenti sul territorio, attraverso rappresentazioni che coinvolgano in prima persona l’osservatore.

Così, ci siamo messi a cercare qualcosa che non risultasse banale o già visto, ma che, anzi, potesse far restare a bocca aperta. Non senza difficoltà, il risultato di questo scouting artistico merita di essere visto per qualità e novità.

Questo panorama artistico, non poteva non essere accompagnato da una colonna sonora all’altezza, per questo abbiamo contattato band e dj che si alterneranno sul palco del Nuvolari tutta la serata e, in alcuni momenti, ci saranno anche dei gruppi di ballo.

Vivere l’organizzazione di questa particolare “Giornata” è stata un’esperienza stimolante e formativa, che si è sviluppata, un passo alla volta, ad esempio coniugando tante proposte diverse, volte ad offrire un opportunità di arricchimento culturale e di divertimento ai ragazzi della nostra Provincia e del nostro liceo.

A questo punto non ci resta che darvi appuntamento il 10 giugno al Nuvolari!

 

Federico Calzia 4ªB