Il 23 settembre arriva l’equinozio d’autunno, salutato da Venere al massimo della sua luminosità. E’ un giorno speciale perché segna l’arrivo di una nuova stagione e perché la durata del giorno è uguale a quella della notte. Il disco solare rimane infatti per lo stesso numero di ore sopraLeggi tutto…

A Cuneo, presso il Liceo Scientifico e Classico “Peano – Pellico”, INFINI.TO – Planetario di Torino presenta “Il planetario on the road”. Il planetario digitale portatile può diventare un luogo dove emozionarsi, stupirsi e incuriosirsi all’astronomia e alla scienza in generale. 5 viaggi nell’emisfero boreale celeste dalle 10:30 alle 13:30Leggi tutto…

Si ricorda ai Sigg Genitori degli alunni con debito che possono inviare via mail o consegnare brevi manu in Segreteria (o al Coordinatore di classe in occasione dei ricevimenti di sabato 11 giugno – ore 9,00-10,00) il modulo (allegato) per aderire o non aderire ai corsi di recupero estivi eventualmenteLeggi tutto…

Si avvicina l’evento astronomico dell’anno, almeno qui in Italia: il 9 maggio il pianeta Mercurio transiterà davanti al disco solare. Un fenomeno alquanto raro: l’ultima volta che è stato possibile seguirlo dal nostro Paese risale a tredici anni fa. Mercurio torna a “decorare” per alcune ore il disco solare, unLeggi tutto…

La cometa Lovejoy è perfettamente visibile, in condizioni meteo favorevoli, ad occhio nudo da tutt’Italia Continua lo spettacolo del cielo di questo gennaio 2015, grazie alla presenza della cometa piu’ brillante dell’anno: C/2014 Q2 Lovejoy. E’ infatti perfettamente visibile a occhio nudo fin dalle prime ore della serata dopo il tramonto, anche grazieLeggi tutto…

Gli astronomi stanno cercando di capire che cosa è rimasto della cometa ISON dopo il suo passaggio ravvicinato intorno al Sole delle ultime ore. Nella notte tra il 28 e il 29 novembre diversi enti e osservatori, compresa l’Agenzia Spaziale Europea, avevano annunciato che la cometa si era disintegrata avvicinandosiLeggi tutto…

Lungo il suo percorso verso il Sole, Ison si è trasformata in una luminosissima sfera con tanto di scia lunga 16 milioni di chilometri. La ragione dietro questo cambiamento potrebbe essere il calore generato dal Sole, che starebbe lentamente causando il disfacimento della cometa. E considerato che Ison potrebbe nonLeggi tutto…